Si sente molto parlare da un po’ di tempo della miracolosa dieta che ha fatto dimagrire modelle, sportivi e personaggi dello spettacolo; tra i risultati  più visibili e noti c’è quello della cantante Adele, che con la perdita di ben 30 Kg appare con una fisionomia  trasformata e offre un aspetto completamente rinnovato di se stessa. Ma come ha fatto Adele a raggiungere questo traguardo, partendo da un elevato sovrappeso, al limite dell obesità? Questo dimagrimento è frutto di molta costanza oppure c’è dietro un “trucco”?
Sicuramente possiamo dire che entrano in gioco entrambi gli aspetti: la volontà di raggiungere un obiettivo e un regime alimentare particolare che prende il nome di dieta SIRT.

COS’È LA DIETA SIRT.

La dieta Sirt è stata ideata e proposta da due nutrizionisti inglesi, Aidan Goggins e Glen Matten; si tratta di professionisti dell’alimentazione che hanno lavorato sia in Irlanda che in Gran Bretagna, collaborando con il team medico di un club sportivo londinese molto quotato, e curando il programma alimentare di noti personaggi sportivi, come il campione olimpico di vela Ben Ainslie, il pugile Anthony Ogogo, nonché di celebrity quali le modelle Jodie Kidd e Lorraine Pascale.

Alla base della strutturazione alimentare, la dieta Sirt prevede il consumo di determinati alimenti che sono stati individuati per la loro capacità di attivare le sirtuine, proteine ad attività enzimatica capaci di stimolare il metabolismo, portando una conseguente eliminazione dei grassi in eccesso e quindi una perdita di peso.

COSA SONO LE SIRTUINE

Le sirtuine sono proteine che mediano numerosi processi; fra questi, i processi legati all’ invecchiamento, alla secrezione d’insulina, alla riparazione del DNA cellulare, alla resistenza allo stress; a tale proposito sarebbero in grado di aumentare l’efficienza energetica e la vigilanza durante le situazioni a basso introito calorico, risultando quindi di aiuto nelle diete.

Riuscendo ad attivare le sirtuine organiche alimentandoci con “cibi SIRT”, i medici ideatori di questo regime alimentare affermano che si può arrivare a perdere 3,2Kg in una settimana. Solitamente questo fenomeno porta a una serie di effetti a cascata: perdita di massa muscolare, senso di stanchezza, irritabilità e cattivo umore. In realtà questa alimentazione particolare, se da una parte permette di eliminare grasso in eccedenza, dall’altra consente non solo il mantenimento della massa muscolare ma addirittura sembra che ne favorisca un incremento, grazie appunto all’attivazione del DNA. Avere più muscoli significa bruciare più grasso a riposo e disporre pertanto di un elevato potenziale di dimagrimento: alimenti sirt attivano un meccanismo virtuoso per cui contemporaneamente si ha l’attivazione del metabolismo con perdita di grasso ma con un aumento della massa muscolare, il che a sua volta porta a una ulteriore attivazione metabolica con eliminazione di grassi a riposo; con una dieta normale, invece, quando con il grasso diminuisce anche la massa muscolare il vostro metabolismo rallenta. E’ un sistema per dimagrire naturalmente, con un’alimentazione sana: una dieta del benessere.

DIGIUNO E “GENE MAGRO”

Sviluppata basandosi su alcune recenti scoperte inerenti le proteine, questa dieta si basa su esercizio fisico e digiuni mirati. Nel corso di questi ultimi anni sono numerosi gli studi che mostrano che il digiuno, ovvero una moderata restrizione calorica quotidiana oppure il digiuno radicale praticato in maniera intermittente, possa ridurre in maniera sostanziale il rischio di contrarre numerose malattie e porti a perdere contemporaneamente circa 6 chili in 6 mesi.dieta sirt 1 Quando digiuniamo attiviamo le sirtuine ovvero attiviamo quello che viene definito “gene magro”: si inibisce l’accumulo dei grassi, si bruciano i grassi in eccesso, si eliminano cellule e sostanze nocive e contemporaneamente perdiamo chili. Tutto questo però ha un caro prezzo: fame, irritabilità, stanchezza, perdita di massa muscolare. Per evitare questi effetti negativi e anzi, per migliorare la nostra performace fisica, vengono proposti i CIBI SIRT, ovvero alimenti che mimano il digiuno stimolando le sirtuine ma che contemporaneamente ci forniscono preziosi elementi nutritivi che ci manterranno in efficienza e in perfetta forma fisica e psicologica.

CIBI SIRT

I cibi sirt  più rappresentativi sono le piante. Infatti le piante hanno maturato, nel percorso evoluzionistico, una grande capacità di resistere agli stress: gli animali se hanno caldo sotto il sole, si spostano a cercare l’ombra, se hanno sete cercano l’acqua; le piante sono immobili, quindi resistono ai forti stress ambientali perché hanno imparato a produrre una serie di sostanze chimiche , i polifenoli, che permettono loro di resistere alle situazioni avverse. Quando noi mangiamo queste piante, incameriamo polifenoli; essi attivano i nostri sentieri di resistenza allo stress, gli stessi attivati dal digiuno e dall’ attività fisica, ovvero le sirtuine.

I cibi sirt più utilizzati e più efficaci sono 20: prezzemolo, cipolla rossa, cavolo riccio, sedano, peperoncino, tè matcha, caffè, olio extravergine d’oliva, rucola, vino rosso, fragola, soia, curcuma, noci, radicchio rosso, capperi, cacao, levistico, grano saraceno, datteri medjoul.

DIETA SIRT: COM’E’ STRUTTURATA

Una volta noti i cibi sirt, ovvero gli alimenti attivatori delle sirtuine, la proposta dei nutrizionisti inglesi vede un particolare menu da seguire per alcune settimane con la contemporanea assunzione quotidiana di un succo concentrato di alcuni cibi sirt selezionati. Questa è la composizione del Succo Sirt, il succo verde della dieta SIRT:
75g di cavolo riccio, 30g di rucola, 5g di prezzemolo, 150g di sedano verde, 1/2 mela verde, il succo di 1/2 limone, 1/2 cucchiaio di tè verde matcha. Le verdure, dopo essere state lavate, vengono frullate; a parte viene macinata la mela e il sedano, spremuto il limone e sciolto il tè matcha in poco liquido. Si unisce il tutto, volendo si aggiunge un po’ di acqua ed è così pronto il succo sirt, il succo verde pilastro di questo regime alimentare.

Il primo periodo prevede i maggiori sacrifici: nei 7 sette giorni iniziali le calorie da assumere sono solamente 1000 al giorno nei primi tre giorni, con un menu composto da tra 3 succhi verdi ed un pasto solido Sirt, usualmente pranzo. Nei successivi quattro giorni le calorie quotidiane sono 1500 e sono previsti due succhi verdi + due pasti solidi Sirt al giorno.

La fase successiva copre il periodo che va dal giorno 8 al giorno 21, durante i quali sono previsti tre pasti solidi al giorno a base di cibi Sirt e non, ed un succo verde Sirt.

Per la gioia dei più golosi, questa dieta permette il consumo di un alimento solitamente vietato nelle diete: il cioccolato.

Vedremo nel prossimo appuntamento più in dettaglio alcune pietanze Sirt, le impareremo a cucinare e a gustare, approfondendo ulteriormente le qualità benefiche che ci apporteranno, oltre ad una linea invidiabile!

Un caro saluto
Dr. Ritelì

Iscrizione Newsletter

Iscrizione Newsletter

Si iscriva alla nostra newsletter per ricevere in tempo reale gli ultimi aggiornamenti su NEWS e promozioni!

Iscrizione effettuata!

WhatsApp Chatta via WhatsApp

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per mostrarti mappe e video di Google. Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e quelli di terze parti (Google, Youtube)Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore, se non li abiliterai non potrai vedere alcuni video e mappe di GoogleINFORMATIVA PRIVACY