CORONAVIRUS, CORONA VIRUS, CORONAVIRUS….. Un tam tam che rimbomba in questi giorni, un vago allarme e una certa preoccupazione che ci attanaglia… quando più quando meno, senz’altro un pensiero ogni tanto a questo nuovo virus ci va. Tutti noi speriamo vivamente che il problema si risolva quanto prima e senza troppe conseguenze, ma sicuramente l’allarme c’è: le mascherine di protezione vanno a ruba, alcune rotte aeree sono bloccate, i portali di home sharing avvertono che bloccheranno le prenotazioni provenienti da certi Paesi….: insomma i segnali di allarme circolano. Ecco perché mi è venuto in mente di fare un “ripasso” sulle possibili vie da percorrere per rafforzare le difese immunitarie, cosa peraltro utile in vista della semplice influenza – e questo è il periodo – oppure ogni qualvolta si presenti una forma infettiva reiterata. L’esigenza di rinforzare la resistenza organica nei confronti degli agenti infettivi si sente maggiormente quando le nostre capacità di combattere svariati agenti patogeni, con cui veniamo ogni giorno in contatto, si mostrano indebolite; le cause possono essere svariate:

  • situazioni di forte stress sia psicologico che fisico: sostenere per periodi prolungati una situazione emotivamente troppo pesante crea un indebolimento del nostro organismo; parimenti sostenere una fatica fisica troppo impegnativa, come semplicemente troppo freddo o uno sbalzo termico troppo repentino, possono indebolire il nostro organismo
  • la presenza di alcune patologie: soffrire di forme croniche come asma, forme di insufficienza cardiaca, o addirittura avere in atto malattie gravi come una neoplasia
  • l’abuso di farmaci: soprattutto l’uso eccessivo ed indiscriminato di antibiotici
  • l‘alimentazione squilibrata: pasta bianca, riso, cibi provenienti dalle cucine dei fast food e ricchi di conservanti sembra addirittura che, nelle 5 ore successive dall’ingerimento, riducano drasticamente la capacità battericida dei globuli bianchi. Più generalmente, secondo gli esperti, bastano 70 grammi di zucchero al giorno per ridurre del 40% la capacità di azione dei globuli bianchi, in quanto si è visto che lo zucchero lede il sistema immunitario già 30 minuti dopo l’assunzione e la sua reazione dura all’incirca cinque ore
  • lo scarso riposo notturno e l’eccessiva stanchezza crea un drastico aumento di ormoni stressogeni e la diminuzione di risposta del sistema immunitario.

Il nostro corpo, in tutti questi casi, presenta una scarsa efficacia dell’esercito immunitario con conseguente maggiore suscettibilità alle infezioni di qualsiasi genere, batteriche, virali, micotiche, parassitarie.

Il primo passo per rafforzare le difese immunitarie è adottare uno stile di vita sano: forse verrà a noia sentir sgranare le solite sacre regole dell’alimentazione ricca di frutta e verduracoronavirus 2, dell’esercizio fisico regolare, del non fumare, non eccedere nell’uso di sostanze alcoliche, dormire almeno 7-8 ore per notte, e osservare scrupolosamente le norme di corretta igiene personale.…… Però effettivamente queste sono le regole basilari, i pilastri che sono necessari per la costruzione di una vita sana e del benessere individuale. Detto questo, possono verificarsi particolari situazioni in cui nasce la necessità di un sostegno più energico e mirato; in questo caso possono esserci di aiuto alcune specie vegetali ad azione immunostimolante e adattogena, che la natura offre da sempre.

Vorrei prima, però, ricordare qualche base su cui si fonda il sistema immunitario:

I leucociti o globuli bianchi sono le cellule chiave responsabili della risposta immunitaria. Grazie al loro intervento l’organismo si difende dagli attacchi dei numerosi microrganismi patogeni con cui viene in contatto come batteri, virus, funghi, parassiti. Per un organismo, il sistema immunitario rappresenta il miglior baluardo contro le minacce provenienti dall’ambiente esterno. I leucociti maturi che circolano nel sangue sono di cinque diversi tipi e vengono prodotti nel midollo osseo, un tessuto che si trova all’interno di alcune ossa. Le cellule più importanti sono rappresentate dai Linfociti, che si dividono in due classi: Linfociti B, che si sviluppano nel midollo osseo, e Linfociti T, che maturano nel timo, un organo situato dietro lo sterno.

Per adempiere alle proprie funzioni protettive, il sistema immunitario può contare su svariati organi, tessuti, tipi cellulari e glicoproteine; insieme, tutti questi elementi compongono una sorta di “esercito” deputato ad attivarsi e aggredire qualunque cosa costituisca una potenziale minaccia per l’organismo.

Secondo il parere unanime della comunità medico-scientifica, come abbiamo già accennato, il modo migliore per rafforzare le difese immunitarie è adottare uno stile di vita sano. Del resto, è un dato di fatto che, con l’adozione di uno stile di vita sano, qualsiasi organo, apparato e sistema del corpo umano, compreso il sistema immunitario, funziona meglio e in modo più efficace. Ripetuto questo assioma, passiamo a vedere quali rimedi naturali possono venire in nostro aiuto come coadiuvanti del nostro sistema immunitario.

Astragalo (Astragalus membranaceus):

Si tratta di una leguminosa originaria della Cina. La parte attiva (droga) è rappresentata dalla radice, che contiene saponine triterpeniche, flavonoidi, polisaccaridi. La attività riconosciuta di questi principi attivi è quella di stimolare il sistema immunitario, rafforzando i naturali meccanismi di difesa dell’organismo e favorendo un aumento della resistenza dell’organismo agli attacchi virali, compresi i comuni virus che causano le più diffuse malattie da raffreddamento. Il meccanismo d’azione sembra che si esplichi in vario modo:

  • viene contrastata l’atrofia di organi quali milza, timo e linfonodi intestinali
  • viene incrementata la proliferazione dei linfociti B
  • viene incrementata l‘attività dei linfociti T.

Inoltre, da alcuni studi è emerso che la somministrazione di astragalo in pazienti sottoposti a chemioterapia è in grado di aumentare l’efficacia della terapia antitumorale, grazie all’attività immunostimolante da esso esercitata, riducendo in contemporanea gli effetti tossici.

Un’altra ricerca ha dimostrato addirittura che l’astragalo è in grado di inibire la replicazione del virus Coxsackie B, un enterovirus in grado di provocare miocarditi e pericarditi negli esseri umani.

Uncaria (Uncaria tomentosa)

E’ una rubiacea originaria dell’Amazzonia; la parte attiva della pianta è rappresentata dalla corteccia che contiene, fra l’altro, alcaloidi, triterpeni, glicosidi, polifenoli. La particolare composizione chimica conferisce alla pianta una spiccata attività immunostimolante e antivirale che ne suggerisce l’uso più comune in caso di influenza e malattie da raffreddamento oppure a scopo profilattico in associazione ad altre piante del genere. Altra attività riconosciuta all’Uncaria è quella antinfiammatoria, esercitata attraverso l’inibizione del TNF-α (fattore di necrosi tumorale alfa); si presuppone che sia dovuta soprattutto ai fitosteroli e ai triterpeni contenuti nella pianta.

Shiitake (Marasmiaceae)

Si tratta di specie di funghi di origine giapponese che sono commestibili ma che hanno anche proprietà medicamentose. In particolare, grazie anche alla loro composizione chimica ricca di aminoacidi, quella di potenziamento del sistema immunitario.

Cordiceps (Cordyceps sinensis)

Si tratta di un fungo molto usato nella medicina cinese, che gli attribuisce proprietà tonico-rinvigorenti, utili per aumentare le energie corporee, stimolare il sistema immunitario e migliorare la resistenza fisica. Negli ultimi decenni si sono svolte, soprattutto in Cina, numerose ricerche per caratterizzare di questo fungo e convalidare scientificamente le sue presunte proprietà ed applicazioni salutistiche. In effetti ci sono state numerose conferme, soprattutto in vitro e su modelli animali, e fra queste quella di essere un buon immunostimolante.

Reishi (Ganoderma lucidum)

Si tratta di un altro fungo asiatico molto utilizzato come integratore nel trattamento di numerose patologie e condizioni cliniche; in particolare se ne vantano effetti benefici in caso di numerose affezioni delle vie respiratorie come bronchite, forme allergiche respiratorie, raffreddore e tosse; sembra che abbia azione antiinfiammatoria, stimolante le cellule immunitarie Natural Killer (NK), antibatterico e antivirale per un marcato effetto immunostimolante.

Tea tree (Melaleuca alternifoliaa)

Il Tea tree è un albero appartenente alla famiglia delle Mirtaceae; dalle sue foglie si estrale un olio essenziale che risulta possedere valida azione antibatterica, antivirale e antifungina ad ampio spettro; internamente 2 gocce prese in un cucchiaino di miele possono essere di aiuto nel prevenire influenza e infezioni delle vie respiratorie con bronchiti, raffreddore, mal di gola; aiuta anche in caso di cistite, candidosi e herpes. Nebulizzato può aiutare venire malattie trasmissibili per via aerea come l’influenza.

Risulta abbastanza chiaro, quindi, che esiste una effettiva possibilità di aiutare, in particolari periodi, le capacità di difesa organica favorendo una migliore risposta immunitaria e quindi un’innalzamento delle naturali difese dell’organismo.

A tale fine, rimanendo scelta prioritaria e necessaria l’osservanza di regole di vita più sane e equilibrate, è senz’altro consigliabile l’associazione periodica di un adatto integratore alimentare, che sia in grado di apportare un aiuto extra all’organismo qualora risulti indebolito e più facilmente aggredibile da malattie infettive, oppure qualora si possano verificare situazioni di promiscuità in ambienti più infetti e quindi a maggior rischio.

Dr. Ritelì

 

PAROLE CHIAVI MAGGIORMENTE RICERCATE:

RINFORZARE DIFESE IMMUNITARIE
RAFFORZARE SISTEMA IMMUNITARIO
DIFESE IMMUNITARIE
COME RINFORZARE IL SISTEMA IMMUNITARIO
RINFORZARE IL SISTEMA IMMUNITARIO
AUMENTARE DIFESE IMMUNITARIE
INTEGRATORI PER DIFESE IMMUNITARIE
COME RAFFORZARE IL SISTEMA IMMUNITARIO
INTEGRATORE DIFESE IMMUNITARIE
CORONA VIRUS
RAFFORZARE LE DIFESE IMMUNITARIE
AUMENTARE LE DIFESE IMMUNITARIE
AUMENTARE DIFESE IMMUNITARIE BAMBINI
INTEGRATORI SISTEMA IMMUNITARIO
ALZARE LE DIFESE IMMUNITARIE
MIGLIOR INTEGRATORE DIFESE IMMUNITARIE
COME ALZARE LE DIFESE IMMUNITARIE
COME AUMENTARE LE DIFESE IMMUNITARIE
CORONAVIRUS

Iscrizione Newsletter

Iscrizione Newsletter

Si iscriva alla nostra newsletter per ricevere in tempo reale gli ultimi aggiornamenti su NEWS e promozioni!

Iscrizione effettuata!

WhatsApp Chatta via WhatsApp

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per mostrarti mappe e video di Google. Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e quelli di terze parti (Google, Youtube)Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore, se non li abiliterai non potrai vedere alcuni video e mappe di GoogleINFORMATIVA PRIVACY